IL FESTIVAL DI SAN REMO 2018 – I VINCITORI

(english version below)

Il Festival di San Remo è lo storico evento musicale italiano. Dico storico non solo perché va avanti dal 1951, ma anche perché è conosciuto per innovarsi poco di anno in anno, con molti cantanti del passato e non sempre grande spazio agli artisti emergenti.

Ciononostante, è ampiamente considerato il più importante festival del Bel Paese.

Nella notte tra sabato e domenica scorsi, si è conclusa la sua 68ᵃ edizione, che ha visto trionfare Ermal Meta e Fabrizio Moro nella categoria principale e Ultimo nella categoria giovani.

Merita di essere citata anche l’esibizione di uno dei presentatori, Favino, che con un monologo sull’emarginazione ha fatto pensare milioni di persone, in un momento come questo dove l’Italia è in grande difficoltà con i movimenti migratori.

La competizione nella categoria principale

Nonostante la maggior parte delle canzoni in gara fossero canzoni incentrate sull’amore e sulle sue sfumature (come spesso accade in questo festival), a trionfare è stata una canzone che parla di terrorismo: Non mi avete fatto niente, di Moro e Meta.

Questo brano è un pezzo dal forte impegno sociale, che invita a resistere contro la stupidità e l’ignoranza di questi atti terroristici (Nizza, Parigi, Londra, Il Cairo, ecc.) dettati dall’odio. La canzone era già stata data come favorita alla vigilia del Festival, anche se per qualche giorno si era temuto che fosse squalificata con l’accusa di plagio.

Fabrizio Moro – che ha vinto il Festival di San Remo nella categoria giovani nel 2007- è conosciuto in Italia per le sue canzoni a sfondo sociale, come la bellissima Pensa, una canzone contro la mafia.

Ermal Meta e Fabrizio Moro, vincitori del Festival

Nella sezione di musica di questa settimana

Al secondo posto si è classificato Lo stato Sociale, al terzo Annalisa, con una bella canzone d’amore chiamata Il mondo prima di te. Personalmente però, oltre alla bella canzone di Moro e Meta, che mi è piaciuta tanto soprattutto per il tema di cui tratta e per i versi che sono stati scritti, ho apprezzato molto la canzone di Noemi, un’altra grande artista italiana che ha portato il pezzo Non smettere mai di cercarmi, che trovi nella sezione di musica di questa settimana.

Ho scelto questa per San Valentino invece che altre, e il perché lo leggi qui.

A questo link invece, trovi l’esibizione di Moro e Meta nella serata finale. Ti consiglio anche di ascoltare la canzone di Annalisa e de Lo Stato Sociale.

La competizione tra i giovani

Anche tra i giovani ci sono state molte performance di rilievo, ma alla fine venerdì sera l’ha spuntata Ultimo, un giovane ventiduenne romano che ha conquistato il pubblico con la canzone Il ballo delle incertezze.

Chi è Ultimo?

Ultimo, il cui vero nome è Niccolò Moriconi, nasce a Roma nel 1996. Il suo stile è un po’ particolare, dato che ama mescolare canzoni d’autore con suoni hip hop: Ultimo infatti si definisce “cantautorap”.

Il suo album d’esordio, che si chiama “Pianeti”, uscito l’anno scorso si è posizionato rapidamente al secondo posto della classifica iTunes.

La vittoria a San Remo

Dopo il promettente inizio di carriera, la grande visibilità a livello nazionale arriva ovviamente con la partecipazione alla 68ᵃ edizione del Festival di San Remo, che lo incorona vincitore nella categoria giovani.

“Quando ho scritto ‘Il ballo delle incertezze‘ – racconta Ultimo dopo la vittoria – ho voluto puntare su chi è come me. È un brano che rappresenta chi non ha un domani nella società, chi ha più domande che risposte, chi ha perso rischiando. È il mio ennesimo attestato che tende la mano a chi è stato emarginato”​.

Tra poco Ultimo comincerà il suo tour in giro per l’Italia. Molto probabilmente sentiremo ancora parlare di lui ma nel frattempo, godiamoci la sua esibizione sul palco del festival.

Parole interessanti:

  • Ampiamente = widely
  • Trionfare = to triumph
  • Apprezzare = to appreciate

CIAO!

Do you want to join our FAMIGLIA?

Subscribe and get:

  • The guide “How to… pronounce Italian”
  • Grammar exercises
  • Vocabulary and useful sentences, idioms for everyday life

All of them.. for free (gratis in Italian)

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *