Christmas markets in Italy

I mercatini di Natale in Italia

Il Mercatino di Natale è una tradizione nordica, austriaca e tedesca, ma anche scandinava, che si è decisamente affermata in Italia, a partire dalle regioni del Nord Italia.

Bolzano, in Alto Adige, è stata tra le prime città ad inaugurare questa tradizione; e questo è comprensibile, visto il legame culturale e storico con l’Austria. Questa tradizione si è diffusa rapidamente in altre città, in Toscana a Firenze, come a Napoli in Campania. Essi si aprono a fine novembre, per chiudere il 6 gennaio, festa dell’Epifania o della Befana.

IL FASCINO DEI MERCATINI

I mercatini hanno un fascino particolare. Essi ci riportano ad altri tempi, tempi lontani, quando per riscaldarsi si beveva vin brulè (un vino caldo ricco di spezie come cannella e chiodi di garofano e profumato di scorze di agrumi); si mangiavano dolci speziati, ricchi di burro, uova e spezie (come i lebkuchen o lo strudel) e si ascoltavano canzoni natalizie da cantori agli angoli delle strade. Crediamo sia questo il fascino che richiama centinaia di visitatori nelle piazze dei mercatini.

I mercatini di Natale

COSA PUOI FARE AI MERCATINI DI NATALE?

Solitamente il mercatino è suddiviso in casette, disposte l’una di seguito all’altra sui due lati del percorso; le luci natalizie bianche o colorate illuminano le merci e la piazza, immancabile un grande abete addobbato e luminosissimo.

Le casette, sempre in legno, espongono con cura prodotti legati al Natale. Addobbi in legno, palline di Natale, spesso in vetro e quasi sempre dipinte a mano, tessuti in lana cotta, pantofole calde, guanti, berretti e sciarpe.

Ampio spazio hanno i prodotti tipici e del territorio. E allora c’è solo l’imbarazzo della scelta nell’acquistare vini, piuttosto che miele, marmellate e salumi e qualunque altro prodotto locale. Dalle giornate autunnali, ci giunge ancora qualche caldarrosta, arrostita sul momento con strani cestelli sopra un fuoco di legna o di carbone. La cioccolata calda viene offerta in mille modi: aromatizzata con mille spezie, nelle varianti bianche, nero fondente e alla nocciola; con panna o senza panna. Insomma: è impossibile resistere alle tentazioni culinarie dei mercatini (due di queste sono, ovviamente, il Pandoro e il Panettone)

LE DECORAZIONI

Ma non sei stato ad un mercatino, se non torni a casa con una decorazione per la tua casa. E qui l’amore per il dettaglio e l’originalità è insuperabile. Dalle casette degli gnomi, agli gnomi stessi, alle statuine per il presepe, e alle candele: di mille forme, colori e profumi. Per non parlare degli addobbi da appendere all’albero: ogni genere di materiale viene usato per creare qualcosa di autenticamente bello.

Insomma, visitare un mercatino di qualunque località ci immerge nella atmosfera magica del Natale, dove tutto sembra possibile e dove questo momento dell’anno si rivela per quello che è: il periodo più dolce, profumato ed accogliente dell’anno.

Buona Visita!

 

Parole interessanti:

  • Mercatino di Natale = Christmas market
  • Immancabile = unmissable
  • Caldarrosta = roasted chestnut
  • Aromatizzato = aromatized
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *